Offerta Web Marketing Google Promo Pack

Matrice BCG e ciclo di vita del prodotto

La sequenza question mark > star > cash cow > dog collega le strategie indicate dalla matrice di Boston a quelle del ciclo di vita del prodotto.

ciclo di vita del prodotto

  • La strategia nella fase di introduction
    il nuovo prodotto viene per la prima volta distribuito e reso disponibile per l’acquisto.
    La crescita può essere lenta se occorre del tempo per rifornire i canali distributivi; se ci sono ritardi nell’espansione della capacità produttiva e se ci sono problemi tecnici.
    In questo caso la strategia da attuare sarà quella di modificare gli schemi comportamentali che si sono attribuiti al consumatore.

  • La strategia nella fase di growth
    si ha una rapida ascesa delle vendite.
    I primi ad utilizzare il prodotto lo apprezzano e altri seguono l’esempio. Si affacciano nuovi concorrenti, attratti dalle opportunità di profitto e produzione su larga scala, che introducono nuove caratteristiche di prodotto.Si espande ulteriormente il mercato.
    La strategia opportuna per l’impresa sarà quella di migliorare la qualità del prodotto, aggiungere nuove caratteristiche e modelli, entrare in nuovi segmenti di mercato, in nuovi canali distributivi e abbassare i prezzi per attirare i clienti più sensibili.

  • La strategia nella fase di maturità
    il tasso di crescita delle vendite del prodotto rallenta
     Questa fase dura più a lungo delle precedenti e richiede grossi sforzi strategici. Si divide in tre periodi:
    - maturità della crescita
    - maturità stabile
    - maturità di decadimento

    Le strategie per mantenere la maturità sono quelle dirette ad entrare in nuovi segmenti di mercato, conquistare i clienti della concorrenza e modificare il prodotto migliorandone la qualità, le caratteristiche e lo stile.

  • La strategia nella fase di decline
    le vendite dei prodotti cominciano a declinare per diverse ragioni: il progresso tecnologico, il cambiamento dei gusti del consumatore, l’aumento della concorrenza nazionale e internazionale.
    Questo comporta ulteriori tagli di prezzo ed erosione dei profitti.
    Con il calo delle vendite e dei profitti alcune imprese si ritirano dal mercato.